Storia della razza Alano

Great Dane, come lo ammiriamo oggi, è il risultato di un'attenta selezione effettuata da appassionati appassionati di questa razza.

Dalla sua origine, ha radici comuni con numerose razze di cani di grossa taglia, i cui antenati più antichi erano cani da guardia tibetani.

Cosa dicono gli addestratori di cani sulla storia e l'origine della razza tedesca danese?

L'ipotesi riguardante l'origine e la distribuzione del Great Dane è stata sviluppata nelle opere dei più eminenti cinologi, che si basano sia sulla testimonianza di autori antichi e nuovi, sia su reperti archeologici. Secondo molti esperti di cani, questa razza di cani è stata portata in Europa da tribù asiatiche nomadi nel corso delle loro conquiste, migrazioni e scambi con gli europei.

Più tardi, incrociandosi con i cani locali, diede il nome alla razza, il cui nome latino somiglia a cannees familaris dekumanus e da cui ebbe origine la varietà tedesca di cani da caccia con la zuppa.

queste cani da caccia rappresentato in molte opere di pittura e grafica di quell'epoca. Hanno orecchie tagliate e un fisico potente. Allo stesso tempo, si distinguono per la loro magrezza e flessibilità, che ha portato molti ricercatori a considerarli il risultato dell'incrocio di un cane da guardia e un levriero nel 12 ° e 13 ° secolo. Tuttavia, non tutti gli esperti cinofili aderiscono a tale opinione. Molti tendono a vedere gli antenati del Mastiff nei cani arrapati usati per cacciare i verri.

In diverse parti d'Europa, tali cani hanno ricevuto un nome molto diverso e solo più vicini al 19 ° secolo se fossero stati separati in Germania in una razza separata. Da allora, descrizioni e immagini di cani da guardia di grandi dimensioni, che possono, non sono contrassegnati in modo ambiguo, come i cani, sono sempre più comuni. Dal 1891 ad oggi, la razza ha subito una serie di successive modifiche che ne hanno segnato la lenta ma continua evoluzione.

Gli anni '20 del XX secolo sono diventati l'epoca dello straordinario sviluppo di questa razza. Uno di quelli che ha svolto un ruolo importante nel suo sviluppo è stato il conte Carl Brazovall, che, con il marchio "Alania", ha sviluppato una moltitudine di individui con esterni eccellenti e caratteristiche. E nel 1923 fondò la società degli amanti dei cani, che poneva come obiettivo la protezione di questa razza. Il periodo successivo, sfortunatamente, non ebbe un tale successo. La seconda guerra mondiale, naturalmente, infligge un duro colpo all'allevamento di cani. Negli anni del dopoguerra, il lavoro fu intensamente svolto per ripristinare il patrimonio genetico perduto. Solo negli anni '60 i cani apparivano degni di questo nome orgoglioso.

Qui è necessario citare l'attività fruttuosa del conte Wiederd de Sunklera di Lates on Garde, che dal 1958 aveva allevato i trattati, investendo tutta la sua forza, passione e dando alla razza un'armonia eccezionale di forme, assicurando allo stesso tempo quelle qualità di carattere che calma e dogi equilibrato. Oggi ci sono molti individui che si avvicinano allo standard e si mostrano in modo eccellente a mostre nazionali e internazionali.

(razza Alano)

Guarda il video: L'alano: il gigante buono (Agosto 2019).

Categorie Popolari

    Error SQL. Text: Count record = 0. SQL: SELECT url_cat,cat FROM `it_content` WHERE `type`=1 AND id NOT IN (1,2,3,4,5,6,7) ORDER BY RAND() LIMIT 30;