La storia dell'origine degli schnauzer

Qual è la storia dell'origine degli schnauzer? Dal loro aspetto non è difficile indovinare che provenivano direttamente dai pinscher o dalla versione tedesca dei terrier inglesi.

I primi schnauzer furono chiamati diversamente. Questa razza era chiamata Pinscher tedesco a pelo duro.

Inizialmente, questi cani (uno schnauzer gigante, un mittelschnauzer, uno schnauzer in miniatura) venivano usati per accompagnare, per proteggere, e anche per sterminare talpe e ratti. L'abitudine di tagliare questa razza di coda e orecchie di cane era causata dalla necessità di proteggere i punti deboli del cane, perché i morsi di talpe in queste parti del corpo lasciavano ferite dolorose facilmente infiammabili.

Oggi gli schnauzer non devono più fare i conti con i topi, quindi smettere di tagliare le code non è pratico, ma piuttosto estetico, perché dà al cane un aspetto più formidabile, soprattutto uno schnauzer gigante, che corrisponde alla sua funzione di guardiano. Ma questo argomento è riconosciuto solo da alcuni paesi, mentre in altri paesi tali procedure sono finalmente vietate.

Pertanto, oggi ci sono schnauzer (Schnauzer gigante, mittelshnauzer, Schnauzer gigante) con orecchie e code incirconcisi. Le prime di queste istanze erano sconcertanti, ma ora non prestano più attenzione a questo. Alla fine, se stiamo parlando di un rappresentante decente della razza, ogni schnauzer è un grande cane, anche nella versione incirconcisa. Torniamo alla storia nel tentativo di scoprire l'origine di questo cane.

Le informazioni disponibili non sono molto accurate, perché ci sono differenze tra gli storici. Due gestori di cani del XIX secolo, il tedesco Reinbach e l'austriaco Fitsinger, offrono diverse versioni dell'incrocio che hanno avuto luogo. Il primo ritiene che il pinscher a pelo duro sia il risultato dell'incrocio di un barboncino e di un carlino. Il secondo afferma che i suoi antenati erano cagnolini e spitz tedeschi.

Nel 1876, nel suo libro I cani e le loro razze, il dott. Fitsinger descrisse il già grande pinscher, allevato come risultato dell'incrocio di un grosso barboncino e di un normale spitz tedesco. Parla anche di un piccolo Pinscher dai capelli corti, che descrive come una versione leggermente modificata di Afen Pinscher, cioè, anche allora c'erano 3 Pinscher.

Ma nulla di più si sa su di loro, perché gli schnauzer del mezzo e dei suoi antenati erano chiamati cani stabili, in altre parole, erano cani di seconda classe che avevano scarso interesse per l'aristocrazia cinologica e quindi non erano menzionati nella letteratura. Poi, come naturalmente, e oggi, i cani non avevano paura delle forze del male, a guardia dei cavalli, hanno sviluppato una piena comprensione con loro e lo mantengono, fino ad oggi.

Una volta, essendo non solo i guardiani dei cavalli e dei cacciatori di topi, hanno accompagnato carrozze e diligenze. Oggi possono essere compagni di passeggiate e amichevoli accompagnarti. Una cosa è vera - dove ci sono i cavalli, ci sarà sicuramente uno schnauzer.

Gli Schnauzer hanno il loro nome moderno all'inizio del XX secolo. Schnauz - in tedesco significa "baffi". Di conseguenza, lo schnauzer fu chiamato uomo baffuto. Il fatto è che in quei giorni la caratteristica distintiva di questi cani non era la barba, ma i baffi.

Categorie Popolari

    Error SQL. Text: Count record = 0. SQL: SELECT url_cat,cat FROM `it_content` WHERE `type`=1 AND id NOT IN (1,2,3,4,5,6,7) ORDER BY RAND() LIMIT 30;