La storia dell'origine del puntatore di razza

L'origine di Pointer, tuttavia, come molte altre razze di cani è avvolta in un velo di segretezza e giudizi contrastanti.

Tradizionalmente, questa razza è considerata inglese.

Tuttavia, gli stessi britannici sono fiduciosi nella sua origine spagnola. Il nostro obiettivo non è quello di scoprire la sua vera origine, ci limiteremo a tracciare questa razza attraverso le immagini che rappresentano gli antenati del puntatore moderno.

Secondo l'autorevole opinione di V. Arkrayt, il grande allevatore di cani e cani, gli antenati di Pointer furono importati in Inghilterra all'inizio del VIII secolo. Gli inglesi hanno scelto il nome per questa razza come "fare il rack" (puntatore inglese, da punto - per fare il rack). Negli stessi anni, gli allevatori inglesi, raccogliendo la selezione, allevarono un numero di individui notevoli, sia in morfologia che in performance.

Sfortunatamente, non importa quanto affidabili siano i documenti sui risultati del loro lavoro, il che, tuttavia, non ci impedisce di riconoscere la straordinaria abilità degli allevatori di cani inglesi che hanno creato una vera opera d'arte.

In Italia, le prime copie di Pointers apparvero alla fine del 9 ° secolo e furono dovute a cacciatori così appassionati come allevatori di cani come Marazetti, Meine e Martel. L'impressione che questa nuova razza abbia fatto sulla maggior parte dei cacciatori non può essere definita favorevole perché è abituata al lento poliziotto italiano e non è stata in grado di adattarsi per molto tempo al galoppo del galoppo.

Sulle pagine dei giornali di quel tempo si sviluppò un'intera polemica tra gli aderenti alle razze italiana e inglese. E i cacciatori di piume erano più veloci ad apprezzare la qualità del puntatore. Successivamente, molti nuovi individui sono stati portati nel paese e, diversi anni dopo, questa razza, che ha causato così tante controversie, ha raggiunto la cima non solo nel lavoro, ma anche nell'eleganza del suo aspetto.

Oggi, si può affermare che i pointer italiani sono i migliori in Europa. E tutto questo è dovuto all'atteggiamento serio e all'alta professionalità degli allevatori di cani e dei fan di questa incredibile razza.

Nel 1904, Joseph Gramm si rivolse agli allevatori di cani con le seguenti parole: "Lavoriamo secondo la regola della media dorata e difendiamo lo standard. Una tecnica più pratica è quella di lavorare con individui sani e intelligenti, privi di difetti. Prima di tutto terremo conto delle prestazioni, senza trascurare la tipicità ".

Categorie Popolari

    Error SQL. Text: Count record = 0. SQL: SELECT url_cat,cat FROM `it_content` WHERE `type`=1 AND id NOT IN (1,2,3,4,5,6,7) ORDER BY RAND() LIMIT 30;